la nuova mail del Centro Ascolto UIL per le donne
Maggio 6, 2024
Mostra tutto

Donne pensionate più povere del 36%

GAP PENSIONISTICO DI GENERE – ANNO 2022
GENERE       NUMERO PENSIONATI     IMPORTO MEDIO ANNUO PENSIONE PRO CAPITE         GAP PENSIONISTICO DONNE
UOMINI         7.794.325                               17.579
DONNE          8.337.089                              11.333                                                                                                      -36%
totale             16.131.414                                14.150*

Elaborazione UIL su fonte Inps “Osservatorio Prestazioni pensionistiche e beneficiari del sistema pensionistico italiano” (pubblicato ad ottobre 2023)
*ricomprende IVS (invalidità, vecchiaia, superstiti), prestazioni indennitarie e assistenziali

Ecco! i numeri parlano. A noi pensionate resta l’impegno di trasmettere alla più giovani  la necessità di non smettere mai di lottare per un mondo del lavoro dove le donne abbiano opportunità e parità reale.

Le donne sono ancora il 95,6% degli inattivi che non cercano più un lavoro per motivi familiari ( il totale è 3milioni e 478mila di cui le donne sono 3milioni e 326mila)

Nel settore privato ( escluso agricolo e domestico) il gap retributivo uomo/donna sale dal – 24% fino ai 29 anni di età al 33.6% per le over 60.

Mentre nel settore pubblico il gap retributivo uomo/ donna si attesta intorno ad una percentuale media del – 16,60%

Part time volontario e non, precariato, tipologia di mansioni assegnate alle donne, premi di produttività e sistemi premianti, permessi non retribuiti, sono tra le più evidenti cause del differenziale retributivo che penalizza le donne nell’arco dell’intera carriera lavorativa e che si traduce poi in pensioni più basse del 36%

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contatti